Calcolo bollo auto ACI

Elementi di calcolo bollo auto ACI

Quali sono i fattori che incidono nella determinazione della tariffa del bollo auto? Come tutti sappiami i cavalli fiscali ed i kw sono i due fattori decisivi per stabilire l’importo che ogni automobilista dovrà pagare ogni anno a titolo di tassa di circolazione. Il tributo è gestito dalle Regioni che ne determinano l’entità. Può quindi accadere che i possessori di due veicoli con gli stessi cavalli fiscali e gli stessi kw si ritrovino a dover versare somme completamente diverse, semplicemente perchè uno abita a Torino e l’altro è domiciliato a Firenze.

Ogni regione stabilisce una propria tariffa in schemi che prevedono scaglioni diversi a seconda della potenza effettiva del veicolo. Tale dato è generalmente presente sul libretto di circolazione. Qualora non fosse riportato occorrerà far riferimento alla potenza massima espressa in Cv, anch’essa riportata sul libretto. Ricordiamo che se la vettura dovesse avere una potenza superiore a 100 kw è prevista anche la sovrattassa. A partire dal 2007 anche la classificazione Euro del veicolo incide sul conrteggio per il calcolo del bollo auto ACI.

Guidare una macchina a basso livello di emissioni inquinanti comporterà una riduzione dell’importo da pagare. Il peso del veicolo invece incide sulla cifra solo per determinate tipologie di veicoli. I proprietari di autocarri e mezzi pesanti dovranno tener conto anche di questo elemento nel conteggio per la determinazione del bollo auto.

Come effettuare il calcolo del bollo auto ACI

Ogni veicolo iscritto al Pubblico Registro Automobilistico (PRA) è tenuto ad effettuare annualmente il pagamento della tassa di circolazione. Tuttavia il gran numero di elementi che possono incidere sull’importo finale del tributo e le diverse fasce stabilite da regione a regione, possono rendere difficile e laborioso il conteggio, così da indurre l’automobilista in errore. Per non correre rischi è possibile effettuare il calcolo bollo auto aci online, accedendo al sito https://online.aci.it/acinet/calcolobollo. Una volta inseriti i dati del veicolo e quelli dell’intestatario sarà possibile visualizzare l’importo esatto da pagare.

Ricordiamo che il pagamento può essere eseguito dal primo giorno del mese successivo a quello di scadenza. Se ad esempio il bollo auto scade a settembre, il pagamento potrà essere effettuato dal primo al 31 ottobre. È tuttavia possibile calcolare e versare l’importo nel mese di scadenza, selezionando l’opzione Pagamento anticipato. L’opzione Pagamento anticipato non è disponibile per i bolli auto con scadenza nel mese di dicembre.

Con accesso al sito ufficiale dell’ACI sarà inoltre possibile sapere se il pagamento è già stato eseguito, tranne nel caso in cui questo sia stato effettuato da soggetti non connessi agli archivi ACI.

Una volta inseriti correttamente i dati relativi al tipo di veicolo ed al domicilio del proprietario il sistema fornirà un conteggio preciso che comprende anche eventuali interessi e sanzioni in caso di pagamento effettuato in ritardo. Eventuali ritardi nei pagamenti oltre l’anno di scadenza comportano infatti una sanzione pari al 30% dell’importo dovuto, sanzione che per i soli residenti in Piemonte viene ridotta al 10% semprechè non siano in corso accertamenti o procedimenti contenziosi.

Il sistema fornisce anche una situazione riepilogativa del veicolo interessato dal pagamento, proponendo i dati relativi alla tipologia di alimentazione, kw, cavalli fiscali, tipologia di dispositivo ecologico (Euro 1, 2, ecc) e dati fiscalmente rilevanti.

Una volta ottenuto il calcolo esatto di quanto dovuto, sarà possibile anche procedere al pagamento on line procedendo con l’applicazione PagoPA. Questa opzione è disponibile per tutti i soggetti residenti in Abruzzo, Campania, Basilicata, Lazio, Lombardia, Liguria, Emilia Romagna, Molise, Puglia, Piemonte, Sicilia, Umbria, Toscana e Val d’Aosta, oltre che per tutti gli automobilisti residenti nelle Province Autonome di Trento e Bolzano.

Nella piattaforma ACI infine sono disponibili anche molte altre funzioni, come ad esempio quella relativa all’assistenza su pendenze e contenziosi, in grado di fornire anche certificazione previa opportuna verifica sui pagamenti bollo auto aci effettuati.